Sonoff – IOT a portata di click

Sonoff è la nuova serie di componenti che ci permetterà di rendere domotica la nostra casa o ufficio in un batter d’occhio. L’IOT oramai è sulla bocca o meglio sugli SmartPhone di tutti, grazie a questo nuovo modo di comandare gli oggetti potremmo gestire al meglio il nostro benessere! Benessere perché con l’IOT potremmo accendere caldaie, condizionatori, luci e tutto quello che è connesso ad una rete elettrica, direttamente dal nostro telefono 3G/4G o connesso a qualunque rete internet del mondo.

Sonoff si caratterizza sulla sua semplicità di utilizzo, infatti grazie all’APP EWElink, in pochi instanti potremmo mettere online il nostro progetto di casa domotica. Tutto parte da quello che vogliamo rendere IOT, infatti Sonoff mette a disposizione decine di componenti diversi, ognuno con le sue caratteristiche e peculiarità diverse.

Partiamo dalla base, quindi dal SonoffBasic” arrivato alla versione “R2“, che ci permette di alimentare un “carico” a tensione 220 Volt alternata con un’assorbimento massimo di 10 Ampere e 2200 Watt. Il Basic è di facile installazione infatti grazie ai due morsetti di alimentazione e due dell’uscita a relè 220 Volt, i collegamenti sono alla portata veramente di tutti. La configurazione non è da meno, dovremmo avere solo una linea WiFi 2.4Ghz B/G/N con tipologia di sicurezza password “WPA-PSK/WPA2-PSK” ed il nostro telefono con l’APP EWElink installata, una volta aperta la stessa dovremmo eseguire la procedura passo passo come ci viene mostrata a schermo per collegare il nostro account EWElink al nostro Basic. Vi assicuro che è veramente molto facile eseguire tutto ciò! La configurazione dell’APP varrà per tutti i modelli.

La versione “DUAL R2” ha le stesse caratteristiche del Basic ma con la possibilità di comandare due diversi relè sempre con uscita a 220 Volt, questa volta però gli assorbimenti e le potenze in campo variano dall’utilizzo dei due relè, infatti se ne utilizzeremo due insieme l’assorbimento sarà di 16 Ampere e 3500 Watt, invece se ne utilizzeremo uno ritorneranno i 10 Ampere e 2200 Watt. Le due uscite potranno esser comandate simultaneamente o indipendenti l’una dall’altra.

Il SonoffRF-R2” invece come si può dedurre dal nome, è la versione che può esser comandata anche da classici radio-comandi a frequenza di 433.92Mhz. Ha le stessi caratteristiche e funzioni del Basic ma come già detto con un ricetrasmittente RF che può far attivare il relè anche dal nostro radiocomando del cancello automatico di casa o del condominio. Molto utile quando non si ha la possibilità di avere WiFi o SmartPhone sotto le nostre mani, rendendo StandAlone l’utilizzo del relè, pensiamo magari ai nostri genitori anziani o nella casa in campagna/montagna non servite da connettività WiFi. Va da se che il raggio d’utilizzo dell RF-R2 in modalità RF avrà limitazioni in base a muri e alla distanza di lavoro della frequenza 433.92Mhz.

Le due versioni TH10 e TH16, hanno la possibilità di collegare i seguenti sensori di temperatura (Si7021, AM2301, DS18B20, DHT11), questo ci permetterà di avere un vero e proprio Termostato ambiente WiFi, infatti grazie alle sonde ambiente citate potremmo accendere il relè in base alla temperatura impostata. Insomma trasformeremo il nostro termostato casalingo in un vero CronoTermostato WiFi. Le uscite delle due versioni sono sempre a 220 Volt, quindi se volessimo comandare il contatto riscaldamento della nostra caldaia, dovremmo “pulire” l’uscita del Sonoff con un relè aggiuntivo con bobina a 220 Volt ed un Contatto “Comune-NA-NC al quale collegare i due cavi del contatto caldaia. Il TH10/16 si distinguono dalla potenza e dall’assorbimento infatti il TH10 ha un’assorbimento di 10 Ampere e 2200 Watt e invece il TH16 è di 15 Ampere e 3500 Watt. Questi valori sono da prendere in considerazione qualora vogliamo collegare carichi a 220 Volt (Ventilatori/Condizionatori), se dobbiamo pulire il contatto con un secondo relè può bastare la versione da TH10!

SonoffPOW-R2” invece è adattato a tutti coloro che vogliono avere un feedback sui consumi delle utenze collegate al Sonoff, infatti grazie ai suoi sensori incorporati potrà farci visualizzare in real-time l’assorbimento il voltaggio e la potenza elettrica del carico collegato al relè. Questa volta la potenza massima è di 3500 Watt e 15 Ampere, adeguati per collegare il frigo, il condizionatore e qualunque altro elettrodomestico che richiede un controllo delle potenze assorbite. Potremmo visualizzare anche statistiche e diagrammi per ogni valore misurato.

Qualora voleste gestire più utenze da un’unico punto/Sonoff, la scelta è prendere il 4CHR2 o il 4CH-PRO-R2. Questi due modelli hanno la particolarità di avere 4 canali (relè) da poter utilizzare in 3 diversi modi di funzionamento: Interlock, Selft-Locking e Inching, rispettivamente: Bloccato, Bloccato a tempo e Pulsante. Questi 3 modi di funzionamento serviranno per le più disparate applicazioni, infatti potremmo collegare dei carichi da mantenere ON fino a quando non ricliccheremo l’OFF, Mantenere ON fino ad un tempo impostato quindi un vero e proprio temporizzatore ed infine mantenere ON fino al rilascio dello stesso pulsante (ottimo per cancelli automatici e componenti che richiedono un solo click per eseguire determinate funzioni). Queste tre modalità di lavoro e le scale tempi sono configurabili grazie ai Dip-Switch installati sul circuito stampato del Sonoff. Un’altra chicca di queste due versioni è la possibilità di comandare i 4 canali direttamente sul Sonoff, infatti sono installati 4 diversi pulsanti ognuno assegnato ad un canale, ottimo in caso di mancanza del WiFi. Inoltre vengono equipaggiati già con il ricevitore RF come il “RF-R2“, quindi potremmo comandare i 4 diversi canali con un classico radio-comando a 433,92 Mhz. Parliamo dei soliti assorbimenti che sono di 10 Ampere e 2200 Watt per ogni canale. La differenza tra la versione 4CH R2 e la PRO è il tipo di uscita infatti nella prima versione avremmo tutte le uscite alimentate a 220 Volt, invece nella versione PRO avremmo dei contatti “pulitiComune-NA-NC.

Personalmente ho installato la versione PRO all’interno della mia azienda per aprire il cancello carrabile e la serranda motorizzata, i quali hanno bisogno di contatti puliti per eseguire l’apertura e la chiusura degli stessi. Ho scelto il Sonoff 4CH-PRO-R2 per i contatti “puliti” e perchè i radiocomandi Faac e della serranda motorizzata non prendevano bene per colpa dovuta a delle interferenze, quindi da quando ho installato il Sonoff apro e chiudo da qualunque parte del mondo!!

Un’altra versione è il Sonoff iFan03, che permette di gestire da remoto un classico ventilatore a pale da soffitto con luce incorporata. Ha la possibilità di cambiare le 3 velocità del ventilatore e di accendere la luce in un baleno! Una chicca di questo dispositivo è il telecomando (a parer mio anche molto carino) con il quale poter comandare l’iFan03 in modalità RF 433,92Mhz, naturalmente il telecomando è già incluso nella confezione. Ottimo per la gestione del ventilatore come i normali comandi a parete dei nostri ventilatori a pale. Questa volta i carichi collegabili naturalmente sono due, uno per la luce ed uno per il motore stesso, rispettivamente per la lampada abbiamo un’uscita a 220 Volt 3 Ampere con potenze che variano dalla tipologia di lampada collegata (incandescenza 660Watt ed invece per il LED 300 Watt), invece per il motore del ventilatore avremmo a disposizione 2 Ampere con taglio di fase da 110 a 240 Volt! Insomma un’ottimo componente per rendere IOT i nostri e cari ventilatori da soffitto a pale.

Se abbiamo bisogno di IOT con dimensioni ridotte Sonoff ha pensato anche a questo producendo la versione “Mini“, una vera chicca dalle dimensioni di 42,6 x 42,6 x 20mm entra dentro il palmo di uno mano! E’ stato realizzato per far si che entri all’interno delle scatole di derivazione o le varie 503/504 da incasso della nostra abitazione. Viene utilizzato prettamente per l’accensione di punti luce, con la possibilità di avere un contatto di ON/OFF esterno al quale potremmo collegare il vecchio interruttore/deviatore a muro in caso di mancanza di comunicazione con Internet. Le specifiche di assorbimento e potenza sono identiche al “Basic-R2“, quindi i soliti 10 Ampere e 2200 Watt. Possiede una piccola antenna WiFi esterna cosi da poterla lasciarla fuori dalla scatola, escludendo cosi problematiche di qualità della connessione. Nulla e nessuno vieta di utilizzare il “Mini” fuori dalle scatole di derivazione, o magari utilizzandolo per alimentare carichi maggiori, previo sempre installazione di un relè aggiuntivo!

Avete carichi alimentati a 5 Volt in Corrente Continua? Nessun problema Sonoff ha pensato anche a questo! Tra poco uscirà la versione “Micro” che ci permetterà di alimentare carichi fino ad un massimo di 2,5 Ampere in DC e per ricarica di telefoni fino ad 1 Ampere con protocollo BC1.2. Questa versione possiede una porta d’ingresso USB Maschio Tipo A (la classica) con il quale dovremmo alimentare il nostro Sonoff, in uscita sarà disponibile una porta USB Femmina Tipo A per collegare ad esempio il cavo caricabatterie dei nostri SmartPhone. Tutto questo con dimensioni davvero molto ridotte, solo 45 x 30.5 x 26mm, con un pulsante di ON/OFF a bordo, sempre per venirci in aiuto se in mancanza di WiFi. Un’esempio disparato? Potremmo alimentare il nostro Google Home o la nostra Alexa solo quando vorremmo noi, ottimo per la privacy!!!

Un’altra novità di casa Sonoff che è già in commercio è il “D1 Smart Dimmer Switch“. Come si può dedurre dal nome, non è altro che un Dimmer per luci Smart, quindi potremmo aumentare o diminuire l’intensità della luce in qualunque camera o sala del nostro appartamento. Anche questa versione può esser installata all’interno di scatole di derivazione, ed ha un solo contatto dimmerabile con uscita a 220 Volt, un’assorbimento che cambia dalla tipologia di lampada collegata, infatti per una ad incandescenza la potenza massima sono 200 Watt invece per una a LED è di 150 Watt (naturalmente quest’ultima deve esser dimmerabile, altrimenti brucerete il LED!). Anche questa versione può esser equipaggiata con il telecomando a 433,92Mhz cosi senza prendere il telefono potremmo decidere l’intensità della stanza senza dover aprire l’APP. Se fossimo dei smanettoni potremmo creare delle “scene” all’interno dell’APP per far si che la mattina la luce si più forte e la notte invece un’illuminazione più diffusa, insomma ci potremmo davvero sbizzarrire!

Stiamo quasi per finire la descrizione di tutti questi prodotti Sonoff!!!

Non avete tanta dimestichezza di corrente e cavi, ma volete comunque automatizzare le luci della vostra casa? Sonoff ha pensato anche a questo! Grazie ai pulsanti “TX“, potremmo sostituire i vecchi e brutti interruttori di casa con questi da un design davvero accattivante e sopratutto Smart! Come tutti gli altri dispositivi Sonoff anche questi si collegano al WiFi di casa, per poter comandare l’accensione da remoto, ma questa volta dovremmo aprire scatole di derivazione e altro, basterà sostituire l’intera placca dei vecchi interruttori con queste nuove pacche dai colori e dalle forme accattivanti! Infatti la finitura è simile al vetro, ed i pulsanti manuali Touch sono retroilluminati in base allo stato di accensione, inoltre è disponibile in due colorazioni Bianco e Nero! Ci sono 4 diverse serie che sono rispettivamente: T0, T1, T2, T3; Tutte hanno la possibilità di avere da 1 fino a 3 interruttori. La differenza tra le varie serie sono: nella T0 c’è la possibilità di comandare gli interruttori sia da WiFi che in loco sulla placca, invece nelle serie T1,T2,T3 oltre che da WiFi e in loco hanno implementato la connessione RF 433,92Mhz utilizzando un telecomando esterno centralizzato (Sonoff RM433). La versione T3 è di colore Nero invece la T0,T1,T2 di colore bianco, la T0 e la T1 non hanno bordo, cosa invece che hanno la T2 e la T3.

Vorrei ricordare che tutti i componenti della famiglia Sonoff sono personalizzabili al massimo sempre tramite APP EWElink, e ogni prodotto essendo diverso dall’altro a specifiche di personalizzazione differente! Se siamo dei smanettoni potremmo creare scene per eseguire automatismi complessi come per esempio utilizzare i TX come deviatori o invertitori. Potremmo impostare orari di funzionamento su tutti i modelli, ed inoltre c’è la possibilità di condividere con altri account/utenti i propri dispositivi, magari nostra moglie o i nostri figli. Non ci dimentichiamo che tutti i dispositivi sono attivabili anche da Amazon Alexa e Google Home, una vera chicca direi, basterà parlare al nostro “aiutante” per accendere luci, riscaldamento, condizionatori, ventilatori e tante ma tante altre cose…. manca solo il vostro ingegno!

Insomma per concludere questo lungo articolo, con Sonoff l’IOT è a portata davvero di tutti e a prezzi davvero molto concorrenziali!

Scriverò a breve un’altro articolo su altri articoli della casa Sonoff!

Amo questi prodotti!!!!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.